Vivere ai margini , non in condominio ,senza avere l’amministratore che ti sollecita la rata del riscaldamento a cielo aperto, vivere in liberta’ sul ciglio della strada in compagnia dei ricordi guardando il mondo passare su una diligenza, quella dell’indifferenza.

Domandarsi perché si arriva a considerare il cielo il proprio tetto di casa senza trovare risposta.

Storia inchiesta del nomadismo volontario di coloro che scelgono di diventare fantasmi, prima che la storia diventata libro finisca sugli scaffali di un supermercato accanto alle tante lavatrici  e televisori vendute ai clochard globalizzati , quelli che consumano perché non hanno altro da fare , come se fossero senza casa e trovassero nella lavatrice da comprare una casa da spostare.

Condividi